martedì 15 aprile 2008

Intervista a Consuelo Van Eemen

Consuelo Van Eemen, docente di antropologia dell'estasi all'universita di Baltimora, terapista del sesso, accesa sostenitrice della filosofia pornocratica ed inventrice dell'auscultazione della vagina: un'altra grande intervista esclusiva per i lettori di Obongo.

OF: Dottoressa Van Eemen dal suo impressionante curriculum emerge una personalita' complessa e poliedrica, potrebbe definirsi in poche parole?
CVE: Come ogni portatrice sana di femminilita' mi sento donna nel senso culturale del termine.
OF: Insomma una pensatrice femminista?
CVE: Dico no ai principi del femminismo ostracizzante come derivazione del pensiero anti-fallocratico; preferisco il post-femminismo new age, che allevia la posizione della donna nutrice sovrapponendola a quella di cyber-geisha.
OF: Un'ulteriore esemplificazione?
CVE: La mater familiae del nuovo millennio esplora nuovi percorsi di autoaffermazione usando le nuove tecnologie come punto di arrivo.
OF: Mmm...
CVE: Mai visto donne incinte fare lo spettacolino in cam?
OF: Lei e' docente di antropologia dell'estasi: di cosa si tratta esattamente?
CVE: E' lo studio pratico della catarsi del piacere attraverso i riti di iniziazione primordiali.
OF: Affascinante...
CVE: Puo' dirlo forte. Da poco con una mia collega abbiamo organizzato un congresso in Australia che verteva sulle tecniche di esaltazione della libido del canguro. Pensi che abbiamo scoperto che ne esistono alcune che si possono applicare anche all'amplesso umano... Beh non del tutto, in realta'... Comunque e' stato un esperimento interessante...
OF: Oltre che una donna impegnata in ambito culturale lei e' divenuta un'icona della sessualita' femminile, grazie alle sue, diciamo "originali" teorie.
CVE: Si, ho inventato l'auscultazione della vagina.
OF: Di cosa si tratta nel dettaglio.
CVE: Secondo un trattato di sessuologia Assiro Babilonese, rinvenuto e tradotto per la prima volta pochi anni fa, la donna e' come un involucro di 24 sensazioni distinte ma consociate attraverso un linguaggio interno che viene espresso involontariamente attraverso il clitoride.
OF: Una teoria che non ha per ora trovato molti riscontri in ambito scientifico.
CVE: Sono stati forse gli scienziati a scoprire l'anal fisting, le gangbang o lo squirting? Il trattato e' attendibile, qualsiasi donna leggendolo lo intuisce subito.
OF: Insomma queste sensazioni confluiscono nel clitoride...
CVE: Esatto, ma trattandosi di un linguaggio involontario occorre essere pronte a captarlo e a tradurlo per goderne i benefici. Ecco perche' ad esempio di fronte alla stimolazione visiva una delle 24 sensazioni si accende ed un neurotrasmettitore comanda alla vagina di assumere un atteggiamento pre-erotico.
OF: Una stimolazione visiva di che tipo?
CVE: Ho condotto degli esperimenti in proposito ed e' risultato che sono degli stimolatori universali della sensazione alcuni elementi naturali, come l'oro. Esistono poi tutta una rassegna di stimolatori piu' o meno efficaci: ad esempio dettagli anatomici quali pettorali o glutei maschili muscolosi.
OF: E una volta auscultata la vagina?
CVE: La donna acquista una consapevolezza in essere ed una propensione all'erotizzazione evinta in maniera autonoma dal proprio corpo.
OF: Mi corregga se sbaglio, provo a tradurre in soldoni per i nostri lettori meno esperti in materia: in definitiva la sua conclusione e' che una donna in presenza di preziosi o di un bell'uomo e' piu' propensa a concedersi?
CVE: Si, ma solo grazie all'importante traguardo di avere letto i segnali della sua essenza piu' profonda.

2 commenti:

ivy phoenix ha detto...

è un post fantastico... spassosissimo... com'è che nessuno ti ha commentato? mai divertita tanto.....

Figghiu ha detto...

troppo buona Ivy...
la colpa e' un po' mia... dopo i buoni fasti degli esordi di Obongo avevo un piccolo ma costante numero di affezionati lettori.
Purtroppo ultimamente sono poco ispirato e alle prese con altre vicende e non sto aggiornando il blog :)
speriamo passi!
grazie ancora
Figghiu